Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

L’action figure siete voi

  Action figure se siete maschi, bambole se siete femmine: a prescindere da come le chiamiate in Giappone (e in quale altro posto se no?) è scoppiata la moda dei pupazzi clonati e stampati 3D. Un blogger giapponese Danny Choo, è si è recato negli studios della Clone Factory, uno dei primi produttori di cloni stampati a Tokyo e ha raccontato la sua avventura con tanto di fotoreportage per spiegare …

Continua a leggere

Rimossa dal Web la pistola stampabile

Non ci ha messo molto la prima pistola funzionante interamente stampata in 3D ad attirare l’attenzione dello State Department, il Ministero dell’Interno americano. Cody Wilson, il creatore del sito che l’ha pubblicata, Defense Distributed, detiene una regolare licenze per il possesso e la commercializzazione di armi negli USA ma il governo gli ha chiesto comunque di rimuovere il modello 3D perché potrebbe violare le leggi americane …

Continua a leggere

L’auto “stampata” farà 450 Km con un litro

Urbee è il nome del prototipo che nel 2010 è diventata la prima auto con la scocca interamente stampata in 3D come un pezzo unico (cruscotto incluso). Kor Ecologic, l’azienda che l’ha prodotta, ha utilizzato la stampante 3D Dimensions e il sistema Fortus per la produzione additiva (cioè aggiungendo strato su strato) per realizzare il primo prototipo: ci sono volute 2.500 ore ma si tratta di un tempo incredibilmente ridotto …

Continua a leggere

Il “replicatore” a gettoni

Si chiama DreamVendor(venditore di sogni) e da lontano sembra una grossa macchinetta per le merendine o – al massimo – uno di quei giochi in cui con un gancio si cerca di pescare pelusche e altri gadget. Invece è una prima versione delreplicatore, la macchina immaginata per l’universo di Star Trek che permette di replicare qualsiasi cosa a livello molecolare. Naturalmente il DreamVendor …

Continua a leggere

Le armi stampate in 3D ora sono legali

  Immaginatevi di comprare una stampante 3D – al costo di circa3-4.000 euro – e di diventare così produttori e commercianti di armi, con la vostra fabbrica personale proprio sulla scrivania dello studio – o magari addirittura in camera da letto. Questo è quello che ha fatto il gruppoDefense Distributed, uno dei primi a realizzare parti di armi stampandole in 3D. Promotori della …

Continua a leggere