Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Una base sulla Luna, stampata in 3D

Cos’hanno in comune l’Agenzia Spaziale Europea (ESA), Apple, lo studio d’architettura Foster + Partners, la società di ricerca aerospaziale Alta SpA, l’università d’ingegneriaScuola Superiore Sant’Anna di Pisa e la stampante 3D D-Shape? La risposta non è tra le più ovvie ma è sicuramente entusiasmante: sono tutte coinvolte in un progetto concreto per colonizzare la Luna. L’idea è di stampare in 3D una base lunare e, per quanto …

Continua a leggere

Il computer di Microsoft, stampato su carta

Se pensavate che con l’avvento della stampa 3D la stampa tradizionale avesse i giorni contanti, vi sbagliavate. Steven Hodges, uno scienziato di Microsoft Research, lavorando insieme al team del professor Yoshihiro Kawahara dell’Università di Tokyo, ha infatti messo a punto un metodo per stampare sottilissimi circuiti sulla carta usando una normalissima stampante inkjet da meno di 100 euro. Il particolare inchiostro usato per l’esperimento …

Continua a leggere

La casa senza inizio e senza fine

  Un’avveniristica casa che ricorda il simbolo dell’infinito, il classico “8” orizzontale; i pavimenti che si fondono con i soffitti e gli esterni che si mescolano con gli interni. Questo è il progetto Landscape Housedello studio olandese Universe Architecture. Sembra un’opera impossibile ma Janjaap Rujissenaars conta di iniziare i lavori già quest’anno e di completarli entro il 2014: Come? Attraverso le più avanzate tecnologie …

Continua a leggere

Dita Von Teese e lo stile stampato in 3D

  Quando la tecnologia moderna incontra la scienza antica e tutte e due vengono usate da un designer per creare un abito destinato a un’icona della stile, il risultato é quello che vedete addosso a Dita Von Teese, la regina del Burlesque, nonché ex moglie della rockstar Marilyn Manson. Il designer Michael Schmidt, insieme al collega Francis Bitonti, ha utilizzato l’avanzata stampante 3D del servizio Shapeways per creare un …

Continua a leggere

L’action figure siete voi

  Action figure se siete maschi, bambole se siete femmine: a prescindere da come le chiamiate in Giappone (e in quale altro posto se no?) è scoppiata la moda dei pupazzi clonati e stampati 3D. Un blogger giapponese Danny Choo, è si è recato negli studios della Clone Factory, uno dei primi produttori di cloni stampati a Tokyo e ha raccontato la sua avventura con tanto di fotoreportage per spiegare …

Continua a leggere