Apre a Barcellona 3DFactory, il primo incubatore europeo per la stampa 3D

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Come riportato in anteprima dal nostro sito gemello in lingua spagnola, Replicador.es, ieri (lunedì 11 febbraio) è stato inaugurato 3DFactory, il primo incubatore europeo per la stampa 3D.

L’inaugurazione, avvenuta presso il Consorzio della Zona Franca di Barcellona, è stata presieduta dal Ministro della Scienza, dell’Innovazione e delle Università, Pedro Duque e all’evento hanno partecipato anche il sindaco di Barcellona, il presidente del Consorzio Zona Franca (CZFB) Ada Colau, il delegato Pere Navarro, il presidente di Leitat Jordi W. Carnes e il presidente della Fondazione INCYDE, Jose Luis Bonet.

3DFactory è stato concepito per essere un centro di lavoro caratterizzato da macchinari per la stampa industriale e rappresenta un ulteriore passo avanti per la diffusione delle manifattura additiva in Spagna – paese che si sta dimostrando in rapida crescita da questo punto di vista.

L’evento è iniziato alle 11:00 presso la sede del Consorzio della Zona Franca di Barcellona (Avda Parc Logístic 2- 10) con una visita alla struttura, per poi passare alla cerimonia di apertura di apertura vera e propria (verso le ore 13:00) e a una breve conferenza stampa del ministro Pedro Duque.

Oltre ad essere stata un’occasione per vedere in anteprima l’intero centro, l’inaugurazione di 3DFactory segna un possibile punto di svolta non solo per l’evoluzione dell’industria spagnola, ma può avere ripercussioni positive anche oltre i confini nazionali. Perché la presenza di un incubatore europeo, con un focus così specifico verso le aziende che operano nel campo della stampa 3D, senza dubbio apre le porte a una miriade di nuove e interessantissime possibilità – magari favorendo ulteriormente le sinergie tra realtà appartenenti a mercati differenti.

Autore Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Da non perdere

Il metodo volumetrico di stampa 3D di EPFL può stampare oggetti in pochi secondi

I ricercatori dell’Istituto Federale Svizzero di Tecnologia di Losanna (EPFL) hanno aperto la strada ad …