Acquisizioni e partnershipItaliaSostenibilità

Al via nuova collaborazione di riciclo della poliammide per la stampa 3D

pielleitalia collabora con Roboze per il recupero della plastica da tessuti di uniformi e merchandising post consumer finalizzato alla generazione di nuovo materiale per la stampa 3D

0 Condivisioni

Il tema della plastica, e del suo uso/abuso nella comunità terreste, è tra i più caldi dell’ultimo decennio, dove l’alto grado di competitività e prestazione del materiale si contrappone al trade-off ambiente e salute. Molti gli impegni presi da enti e aziende per trovare nuovi modi tramite la tecnologia, di recuperare la plastica utilizzata. Tra queste, l’impegno di pielleitalia, azienda innovativa nel campo del tessile sostenibile, che grazie al partner tecnologico Roboze, leader in soluzioni di produzione additiva per la produzione con superpolimeri e materiali compositi, vuole dare nuova vita alla poliammide utilizzata per uniformi e merchandising post consumer.

L’obiettivo comune di questa partnership è sviluppare un modello di economia circolare completo in cui la poliammide recuperata da capi d’abbigliamento diventa materia prima seconda per la realizzazione di oggetti in stampa 3D con anche funzionalità antibatteriche. pielleitalia assiste con la sua consulenza strategia grandi società e multinazionali per cui il tessile non rappresenta l’attività principale e che di conseguenza necessitano di un’attenta consulenza per la produzione di capi d’abbigliamento che seguano modelli di sostenibilità ed economia circolare in grado di ridurre il loro impatto ambientale. Grazie alla combinazione di decenni di esperienza e ricerca nell’industria tessile, pielleitalia supporta alcuni dei brands piu importanti al mondo nell’implementazione di una supply chain sostenibile che molto spesso comporta ulteriori benefici e ricavi per i clienti stessi.

pielleitalia, grazie a Roboze vuole dare nuova vita alla poliammide utilizzata per uniformi e merchandising post consumer

Roboze ha dato il via, a inizio 2022, ad un programma di Circolar Economy dedicato ai produttori innovativi nel mondo, per recuperare scarti di lavorazione o parti alla fine del proprio ciclo, donandogli nuova vita tramite il ritiro e la produzione di nuovi filamenti per la stampa 3D. “L’unicità di pielleitalia è la sua capacità di costruire progetti intersettoriali coinvolgendo partners con competenze diverse, con il comune obiettivo di sviluppare tecnologie innovative che abbiano un impatto positivo a livello ambientale, sociale e di governance.” racconta Cesare Pezzini, Marketing Manager di pielleitalia. “Abbiamo riconosciuto in Roboze il partner ideale per portare avanti la nostra idea di recupero dei capi di abbigliamento e accessori in poliammide per trasformarla in filamento tecnico per la stampa 3D. pielleitalia e Roboze condividono una propensione alla ricerca innovativa e una grande attenzione alla sostenibilità aziendale, e ciò ci rende partners fortemente sinergici”.

La vision di Roboze, infatti, è legata alla forte voglia dell’azienda di stampa 3D di ribaltare l’approccio attuale del modello produttivo delocalizzato. La Roboze Distributed Manufacturing, promossa dal produttore, prevede un nuovo modo di produrre attraverso centri di stampa 3D distribuiti nel mondo, con l’obiettivo di portare indietro il valore della produzione al punto di utilizzo e ridurre al minimo l’impatto ambientale della produzione grazie all’abbattimento di sprechi e trasporti. “Favorire un futuro più sostenibile è una priorità fondamentale per Roboze” dichiara Francesco Pantaleone, VP of Business Development di Roboze. “Siamo determinati a farlo e siamo apertissimi a mettere il nostro know-how a disposizione di progetti in cui intravediamo l’opportunità di impattare profondamenti i modelli attuali obsoleti di produzione e gestione della supply chain. Collaborazioni come quella con pielleitalia apre nuove possibilità dandoci modo di aumentare la portata dei nostri sforzi.”

0 Condivisioni
Tags
Research 2022
Polymer AM Market Opportunities and Trends

741 unique polymer AM companies individually surveyed and studied. Core polymer AM market generated $4.6 bi...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per la personalizzazione degli annunci, per informazioni visita la pagina privacy e termini di Google.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per utilizzare questo sito Web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!