AIDRO diventa partner ufficiale di EOS per la produzione additiva

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

AIDRO ha da poco ufficializzato una partnership con EOS per sviluppare applicazioni in AM nel settore petrolifero e del gas naturale. L’azienda italiana, specializzata in sistemi idraulici, è stata infatti aggiunta all’interno dell’EOS Ecosystem, tra le aziende che saranno svelate ufficialmente nel corso del Formnext.

AIDRO si unisce così a EOS Ecosystem distinguendosi per competenze e conoscenze uniche nelle applicazioni di stampa 3D nel settore petrolifero e del gas. Non a caso, si tratta della prima azienda italiana ad essere menzionata come partner ufficiale EOS.

“Sono davvero orgogliosa di questa partnership e di vedere il nome della mia azienda accanto a quello di grandi attori del settore come Autodesk e GKN nel mondo EOS”, ha commentato la CEO di AIDRO Valeria Tirelli. “Non siamo limitati dal nostro status di PMI; siamo flessibili e creativi nel trovare soluzioni e siamo felici di essere considerati un partner valido per lo sviluppo della manifattura additiva”.

Il percorso di AIDRO nell’universo dell’AM è iniziato 6 anni fa, quando la società si è avvicinata alla manifattura additiva, dopo quasi 40 anni di produzione di valvole idrauliche standard. Le idee iniziali per tooling e prototipi si sono presto tramutate in intuizioni riguardo parti speciali e applicazioni che potevano essere prodotte solo usando la tecnologia AM. Ispirata dalla natura e dalle sue forme, l’azienda è cresciuta insieme all’industria, mantenendo i più alti standard di qualità.

Il gruppo di ingegneri, progettisti e operatori di AIDRO è adesso interamente dedicato al reparto di produzione additiva interna, che garantisce un’elevata conoscenza tecnica e la sicurezza richiesta dalle industrie avanzate, in particolare il settore petrolifero e del gas. AIDRO è certificata AS/EN 9100, un’ulteriore conferma del livello di completezza dell’azienda nel perseguire i più elevati obiettivi di produzione per parti AM complesse come scambiatori di calore, valvole e altre parti con funzioni uniche.

 

 

AIDRO fa parte anche di due importanti gruppi di lavoro per la standardizzazione dell’AM nell’industria petrolifera e del gas naturale. Il primo gruppo di attività è l’API 20S che mira a definire i requisiti minimi per le parti metalliche prodotte in modo additivo. Il secondo, JIP (progetto industriale congiunto), contribuirà a definire le linee guida per la qualificazione delle parti metalliche stampate in 3D nell’industria petrolifera, del gas e marittima, insieme a DNV GL e Berenschot.

“L’AM è una tecnologia straordinaria che ci consente di risolvere vari problemi e dare vita a una quantità impressionante di idee. Quando si tratta di applicazioni di petrolio e gas naturale, abbiamo l’esperienza e il know-how tecnico per sviluppare parti stampate in 3D, come parti di ricambio veloci e nuovi prodotti”, ha affermato Valeria Tirelli, concludendo che “Noi di AIDRO abbiamo rafforzato la nostra partnership con EOS e con il loro supporto sui processi di produzione, saremo più forti e più veloci nel servire aziende dell’O&G che sono sempre più interessate alle tecnologie additive.”

Autore Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Da non perdere

Prima Industrie presenta le sue stampanti 3D a metallo all’Innovation Days 2019

Durante l’evento “Innovation Days 2019”, che ha ospitato più di 300 visitatori presso l’Headquarters di …