MaterialiRicerca

Agnès Harlay, dottoranda presso ARMOR, vince il primo premio agli AEFA21 Awards

0 Condivisioni

Alla 25a Conferenza europea sulla produzione additiva, Agnès Harlay, studentessa di dottorato presso ARMOR, IMT Mines Alès e IGCM Montpellier, ha vinto il primo premio nella categoria “La mia tesi in 180 secondi” degli AEFA21 Awards. Questo riconoscimento premia il suo lavoro di ricerca sui materiali elastomerici termoplastici dedicati alla stampa 3D.

Con la sua storia di innovazione quasi centenaria, il gruppo industriale ARMOR investe continuamente in ricerca e sviluppo, in particolare attraverso il supporto dei dottorandi.

Questo trofeo premia il suo lavoro di comprensione dei fenomeni alla base della stampabilità dei materiali elastomerici termoplastici. Un lavoro di ricerca condotto da Jean-Jacques Robin (ICGM), José-Marie Lopez Cuesta (PCH – IMT Mines Alès), sotto la supervisione di Sébastien Blanquer (ICGM) e Arnaud Regazzi (LMGC – IMT Mines Alès). Agnès Harlay è stata votata per la sua mediazione sull’argomento e per la strutturazione della sua presentazione, il suo talento come oratrice e il suo coinvolgimento.

Miglioramento delle proprietà dei materiali

La tesi di Agnès Harlay fa parte del processo di progettazione su misura di filamenti per la stampa 3D presso il Kimya Lab di ARMOR. Specializzata nella progettazione di materiali 3D ad alto valore aggiunto, ARMOR, attraverso la sua offerta di produzione additiva Kimya e il suo sito di ricerca e sviluppo dedicato, utilizza la sua esperienza di formulazione per sviluppare soluzioni che affrontano questioni tecnico industriali. È quindi naturale che l’azienda abbia deciso di finanziare e sostenere per tre anni il progetto di ricerca di Agnès Harlay con il supporto di ANRT (tesi CIFRE).

“Negli ultimi anni, i miglioramenti nelle stampanti e nei processi associati alla modifica delle impostazioni di stampa hanno ridotto significativamente l’anisotropia delle parti. Tuttavia, le proprietà delle parti stampate rimangono principalmente dipendenti dalle proprietà dei polimeri originali” ha spiegato Agnès Harlay. “Creare nuovi polimeri con proprietà meccaniche adatte alla produzione additiva è quindi una grande sfida per i produttori di filamenti come ARMOR”, aggiunge. “Quindi, in questa tesi, viene implementata una triplice strategia per progettare filamenti di elastomeri termoplastici per la produzione additiva garantendo un buon flusso di ugelli e una buona adesione tra gli strati e quindi, più in generale, una buona stampabilità” spiega.

ARMOR, una storia di innovazione

Gruppo industriale centenario, ARMOR ha saputo rinnovarsi costantemente nel corso della sua storia puntando sull’innovazione. Di recente, nel periodo 2018-2022, la società ha implementato un piano di investimenti da 130 milioni di euro. Esperto in formulazione chimica e rivestimento di alta precisione, l’industriale mette la sua storica competenza al servizio dello sviluppo di attività innovative dedicate alle industrie del futuro, come la manifattura additiva.

“Pioniera nella produzione di carta carbone in Francia, ARMOR non ha mai smesso di essere guidata dall’energia dell’innovazione per tutta la sua esistenza. È attraverso i nostri costanti investimenti in ricerca e sviluppo che siamo stati in grado di garantire la nostra crescita e rafforzare la nostra posizione di leader di mercato. In ARMOR, poniamo l’innovazione socialmente responsabile al centro del nostro modello di business al fine di fornire risposte concrete alle sfide della società” afferma Hubert de Boisredon, Presidente e CEO di ARMOR.

0 Condivisioni
Tags
Research 2021
Metal AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the three core segments...

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Tracciamo le informazioni anonime degli utenti per migliorare il nostro sito web.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!