AmbienteMetalli

6K commissiona i primi sistemi commerciali al plasma a microonde Unimelt per polveri AM

La società di tecnologia al plasma a microonde 6K (precedentemente Amastan) ha annunciato che la sua divisione AM, 6K Additive, ha commissionato i primi due sistemi UniMelt commerciali per la produzione di polveri metalliche. I sistemi, che saranno operativi nello stabilimento di produzione di 40.000 piedi quadrati dell’azienda a Bugettstown, in Pennsylvania, sono in grado di produrre 100 tonnellate di polvere all’anno.

La messa in servizio dei due sistemi UniMelt, destinata alla produzione di superleghe di nichel e polveri di titanio, segna una pietra miliare entusiasmante per 6K, che spera che le sue polveri riciclate possano aiutare l’industria di produzione di polveri premium a muoversi in una direzione più sostenibile.

Commissione UniMelt 6K

“La messa in servizio dei primi sistemi UniMelt commerciali è il culmine di un lavoro straordinario da parte di esperti nella produzione, nel processo e nei materiali di 6K Additive e della nostra società madre 6K”, ha spiegato Frank Roberts, Presidente di 6K Additive. “I clienti e i partner strategici sono stati ansiosi di campionare e utilizzare le nostre polveri Onyx che siamo pronti a fornire. Accompagnando i nuovi sistemi UniMelt, la nuova struttura comprende apparecchiature di produzione automatizzate con sistemi sanitari e di sicurezza leader del settore che confermano come la nostra organizzazione stia raggiungendo gli obiettivi di produzione prefissati garantendo al contempo la massima sicurezza per i nostri dipendenti”.

Con i suoi nuovi sistemi commissionati, 6K si prepara a offrire il campionamento dei clienti per la polvere Onyx In718 proprio ad agosto (Onyx Ti64 seguirà poco dopo). La società sta inoltre procedendo alla qualificazione interna del prodotto e alla stampa di terze parti. Il sistema UniMelt è il primo plasma al mondo su scala di produzione a microonde con una zona al plasma altamente uniforme e precisa senza contaminazione. La tecnologia ad alto rendimento è unica in quanto ha la capacità di trasformare fresature, torniture e altre fonti di materie prime per rottami in macchinari metallici di alta qualità adatti per la produzione additiva.

La tecnologia può anche sferoidare leghe ferrose, tra cui SS17-4PH, SS316; altre superleghe di nichel come Inconel 625, HX; leghe a base di cobalto come CoCr; metalli refrattari come Mo, W, Re; leghe reattive come Ti-6-4, TiAl; leghe di alluminio; così come ceramiche ad alta temperatura come MY e YSZ. Per conoscere più a fondo il processo unico di 6K potete trovare una recente intervista condotta da 3dpbm.

“Gli sviluppi come materie prime sostenibili combinate con requisiti di qualità vengono abbracciati dalle organizzazioni in quanto non solo si spostano verso la produzione verde ma creano anche catene di approvvigionamento più efficienti che utilizzano materie prime di provenienza nazionale per la produzione di polvere”, ha affermato Pete Basiliere, amministratore delegato di Monadnock Insights, un società di ricerca e consulenza focalizzata su AM. “Mi congratulo con 6K Additive per la messa in servizio della sua prima struttura commerciale e attendo con impazienza l’impatto che la società avrà sulla promozione della sostenibilità nello spazio AM”.

La nuova struttura è quasi completa e ha il potenziale per essere ampliata in futuro, poiché la società ha sede in un grande sito di 45 acri. La struttura additiva 6K ha anche ulteriori baie di produzione, che consentiranno alla società di commissionare più sistemi UniMelt nel 2021 per soddisfare la crescente domanda di polveri AM premium.

Tags
Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!