Nuovi filamenti HealthFil di TreeD pronti a rivoluzionare il 3D printing medico

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

TreeD Filaments, uno dei principali produttori di filamento con sede in Italia, lancia HealthFil, una nuova gamma sviluppata appositamente per soddisfare le crescenti necessità del segmento del 3D printing medico. Infatti, in varie aree ortopediche, la produzione additiva rappresenta l’ultima frontiera tecnologica che sta aprendo diverse nuove opportunità in termini di capacità del prodotto e accessibilità.

Il 3D printing consente di superare i limiti geometrici della tradizionale produzione con macchinari, rendendo possibile ciò che prima non lo era: la creazione di supporti ortopedici realmente personalizzati per il singolo paziente. Grazie a partnership con alcuni dei maggiori professionisti del settore, TreeD Filaments ha sviluppato una nuovissima gamma di materiali, conforme con i requisiti dello standard europeo UNI EN 10993-5 e quindi certificati per il contatto con la pelle. HealthFil è già stato usato nel settore medico e con risultati notevoli.

Soddisfare le richieste dei professionisti della salute

 Nel corso della fase di R&D, TreeD ha collaborato con vari professionisti, spingendosi oltre i limiti del fattibile con le stampanti 3D professionali e con filamenti di tipo medico. Il team ha collaborato con Marco Avaro, un ingegnere meccanico specializzato in applicazioni biomediche e membro del Porzio Group, con sede a Udine. Per ottenere le proprietà meccaniche ideali, Marco Avaro ha utilizzato Structura MA di TreeD, una fibra di carbonio poliammide composita, creata per combinare proprietà quali leggerezza e forza meccanica. L’aggiunta delle fibre di carbonio consente la produzione di supporti strutturali con geometrie più avanzate e supera più sfide costruttive che mai. Questo rende Structura MA ideale per protesi ortopediche per arti superiori e inferiori, supporti mobili, elementi di supporto strutturali ed elementi esoscheletrici.

Tra le altre autorità del settore che hanno collaborato con TreeD c’è il Dott. Lelio Leoncini, ortopedico e 3D modeler, che ha sviluppato busti personalizzati stampati in 3D per la cura della scoliosi; l’uso di materiali sicuri e certificati per il contatto con la pelle è stato essenziale ed è stato reso possibile dai prodotti TreeD.

Il filamento Fortis LL per questo tipo di applicazioni si basa su una matrice in poliolefina che consente una relativa elasticità, memoria elastica e resistenza all’indebolimento, con elevate soglie di usura e lacerazione. Le sue eccellenti proprietà di leggerezza rendono Fortis LL ideale per busti, corsetti correttivi e tutori per la parte superiore della gamba.

Concepito per adattarsi a tutte le esigenze mediche

La linea TreeD HealthFil comprende anche altri materiali con proprietà specifiche, per un’ampia varietà di applicazioni. Il filamento Verum T ad esempio, è stato sviluppato per produrre elementi rigidi con elevate proprietà di tenacità che possono essere sterilizzati in autoclave a 125° C.

Le applicazioni mediche che richiedono elasticità possono contare invece su Elasto A, un materiale flessibile in poliestere elastomerico con durezza Shore A 92, ideale per guarnizioni sigillanti per protesi vascolari ed elementi articolari elastici. E ancora, Pure FT, un elastomero in poliestere modificato con durezza Shore A 93, arricchito con un materiale antimicrobico di ultima generazione con un’efficienza al 99,9%, ideale per solette ortopediche.

Le idee più nuove, tra una miriade di altre

Quelle appena elencate altro non sono che le più recenti creazioni uniche e specifiche di TreeD Filaments; il team lavora sodo per distinguersi nel mercato 3D globale con un’ampia gamma di prodotti di alta qualità, quasi senza additivi e certificati per l’uso in diverse aree professionali. L’esempio migliore di quello che TreeD Filaments è in grado di fare sono le prestazioni meccaniche senza precedenti della Technical Line, la quale comprende già filamenti sviluppati e certificati appositamente per il settore automotive e che presto sarà ampliata con nuovissime miscele e composizioni.

Autore Martina Pelagallo

Da non perdere

Stratasys cerca partners per aumentare la produzione di schermi facciali stampati in 3D

Da quando ha annunciato la sua strategia per supportare gli sforzi di soccorso per la …