AziendeEsperienzeProfessionalStampa 3D - Processi

Il governo catalano stanzia 28 milioni di Euro per creare un hub di 3D printing globale a Barcellona

Il “Generalitat de Catalonia”, l’ente governativo catalano, creerà un hub globale per la stampa 3D di oltre 10.000 metri quadrati presso il campus Diagonal Besòs di Barcellona per collaborare con il settore privato nella ricerca, l’innovazione e il passaggio della tecnologia del 3D printing all’industria, stando a quanto esposto dal consulente del progetto, nonché Ministro catalano dell’Economia e Sviluppo, Jordi Baiget, durante la presentazione pubblica dell’iniziativa.

Il governo investirà 28 milioni di Euro entro il 2020, iniziando con i 5 milioni di quest’anno attraverso il programma Acció, per completare il finanziamento con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale. Il presidente del Generalitat, Carles Puigdemont, ha affermato che la Catalogna vuole e può essere leader a livello europeo nell’applicazione di questa tecnologia nell’industria 4.0.

La piattaforma, che sarà pubblica ma gestita privatamente, è supportata da compagnie, centri tecnologici e centri di ricerca come HP, Renishaw, Eurecat-Leitat, Fira de Barcelona e dall'”Instituto de Bioingeniería de Catalunya” (Ibec), tra gli altri.

“Abbiamo l’ambiente, la strategia, gli attori e i finanziamenti per portare a termine questo progetto,” ha detto Baiget.

L’hub globale di 3D printing aspira ad essere un punto di riferimento mondiale per il settore e pertanto ha in programma di ospitare esperti di R&D e compagnie. L’hub fungerà da laboratorio di collaudo in modo che le compagnie catalane possano avere accesso alla tecnologia e nel contempo sarà anche un centro di certificazione per nuovi materiali. La struttura sarà anche un acceleratore d’impresa per le startup relative a questa tecnologia ed esporrà prodotti e soluzioni per divulgare le storie di successo, approfittando inoltre del congresso e fiera IN(3D)USTRY organizzato annualmente da Fira de Barcelona.

Il presidente del Generalitat of Catalonia, Carles Puidgemont, visita il piano espositivo di IN3DUSTRY

Puigdemont ha definito questo giorno “storico” per via del potere trasformativo della quarta rivoluzione industriale, la digitalizzazione dell’industria, ed ha aggiunto che l’hub contribuirà ad affermare la Catalogna quale punto di riferimento per il 3D printing e a incentivare gli investimenti stranieri, descritti come “un ulteriore elemento” per promuovere questa piattaforma.

“Non è detto che ciò che è stato fatto qui finora resti uguale in futuro; per mantenerlo è necessario fare in modo che l’eventuale decisione di rimuoverlo da qui comporti dei costi, non solo economici, ma anche in termini di perdita di talento e opportunità.” ha avvisato il ministro Baiget.

Le tecnologie di produzione basate sul 3D printing hanno applicazioni in tutti i settori industriali, per questa ragione l’hub pubblico-privato non punta su un settore specifico ma sull’intero settore produttivo catalano, nel quale la stampa 3D consentirà più produzioni personalizzate, a km 0 e riposizionamento industriale, nonché nuove strutture, materiali e modelli di business.

La sede di HP 3D Printing a Barcellona

Il vicepresidente di HP e general manager della multinazionale del 3d printing MultiJet Fusion, il cui centro di 3D printing è situato a Barcellona, Ramon Pastor, ha detto che “le compagnie che non vengono coinvolte in questa trasformazione perderanno competitività a medio e lungo termine”.

La Catalogna possiede una base industriale solida e diversificata e sfrutta un’ampia varietà di materiali nei suoi processi produttivi che, pertanto, diventeranno un vero elemento trainante per la domanda del 3D printing. Questa condizione, insieme al settore ICT che negli ultimi anni è diventato sempre più importante, sopratutto grazie allo status della Catalogna quale World Mobile Capital Congress o dello Smart City Expo che ha ospitato, così come la presenza di compagnie e gruppi che operano nel 3D printing, sono tutte risorse che favoriscono lo sviluppo di una posizione di leadership della regione catalana nel settore. Inoltre, la Catalogna vanta un ecosistema di startup di prima classe, altamente qualificate in termini di ricerca e sviluppo per le nuove tecnologie e un’esperienza pregressa in iniziative come il “Cluster of Advanced Materials” e spazi sperimentali nel campo della produzione digitale.

Tags
Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!