AziendeConsumerDistribuzioneEsperienzeMaterialiStampa 3D - Processi

Acquisto di massa presso Printalot raggiunge le 2 tonnellate di filamento

A giudicare dalla quantità di filamento consumata, la vivace community argentina del 3D printing sta crescendo rapidamente. La Printalot di Buenos Aires,  tra i principali produttori di filamento del Sud America, ha appena consegnato 2 tonnellate di filamento acquistate attraverso una cosiddetta “compra comunitaria”, ovvero un acquisto di massa da parte di una serie di utenti, direttamente dalla fabbrica.

“Si tratta di un record assoluto per l’Argentina e probabilmente di una delle più grandi operazioni riguardanti l’acquisto di filamento da parte di un gruppo di utenti finali,” ha detto il fondatore della Printalot  Mariano Scian. “Questa è la quarta “compra comunitaria” organizzata dalla community e stavolta abbiamo consegnato loro quasi 2.000 Kg di filamento. Se pensiamo che al primo ordine ne avevamo venduto 100 Kg, nel giro di pochi mesi c’è stata una crescita della richiesta del 2000%”.

L’idea originale è stata di uno dei clienti della Printalot. Più utenti possono iscriversi all’acquisto comunitario sul sito web dedicato e scegliere il tipo di filamento desiderato, tra cui ABS, PLA e ulteriori materiali come FLEX, PC-ABS, HIPS e altri. Il costo per l’utente finale è molto inferiore e diminuisce ulteriormente a seconda del raggiungimento della diversa fascia di peso (50Kg, 100Kg, 500Kg e così via). I quantitativi elevati si traducono in un’operazione redditizia anche per la Printalot.

Printalot compra comunitaria

Sebbene l’operazione sia stata in parte gestita dall’animata community di maker locale, secondo Mariano Scian molti di coloro che hanno acquistato i filamenti, li utilizzano in realtà per la produzione di parti e in più il loro numero è in aumento. Il PLA resta il materiale più richiesto (e più a buon mercato) ma l’ABS e il PLA MAX non sono così indietro. Le bobine sono disponibili in varie dimensioni, persino in formato extra large per requisiti di produzione più elevati.

I partecipanti alla “compra comunitaria” possono ricevere le bobine presso il proprio indirizzo o ritirarle presso i negozi che la Printalot ha aperto a Buenos Aires, nel quartiere Palermo o nel negozio del rivenditore Printalot a Balvanera. Probabilmente, vista la rapidità con cui la richiesta di filamento cresce, ben presto anche i punti di ritiro saranno di più.

Tags
Research 2020
Composites AM Market Opportunities

This 170-page study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis of each major sub-segment in composites...

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!