ConsumerGiocattoliGioielliIntrattenimentoModellazione 3DNegoziNotizie - ultima oraProdotti di consumoStampa 3D - Processi

La stampa 3D offre ai bambini l’esperienza di farsi i propri giocattoli

0 Condivisioni

La stampa 3D low cost può trasformare i negozi in spazi in cui chiunque può disegnare un oggetto e poi produrlo al momento, sul posto. I primi esempi di questa tendenza si stanno già materializzando in cabine interattive come quelle recentemente introdotte da una startup della Pennsylvania chiamata PieceMaker.

Grazie a una recente collaborazione con Nickelodeon e Toys R Us a Pittsburgh, la startup offre ai bambini l’esperienza di farsi i loro giocattoli stampati in 3D. Molti di questi sono collegati ad alcuni dei marchi di giocattoli più famosi al mondo, tra cui, le tartarughe Ninja, SpongeBob, Dora l’esploratrice e altri.

Bildschirmfoto-2015-12-23-um-15.05.55-1024x662

PieceMaker ha creato un chiosco personalizzato che permette ai bambini (e agli adulti) di modificare i modelli 3D per produrre oggetti personalizzati. Con il movimento di un dito il sistema permette loro di creare giochi o persino gioielli personalizzati. Questi vengono letteralmente alla luce davanti agli occhi dei clienti grazie a una stampante 3D presente nel negozio. I pezzi più piccoli ci impiegano solo circa 30 minuti, il che rende davvero possibile creare il modello e ritirarlo quando han finito di fare acquisti.

c6b231_1ced676d5c674a21a16201149fd9ee22

I giocattoli base partono da 7,99 dollari, il che significa che hanno già come obiettivo il mercato di massa. I bambini possono selezionare il personaggio che preferiscono e scegliere tra sette colori di filamenti ABS disponibili. Possono anche aggiungere il loro nome o un emoji per rendere unico il loro giocattolo.

Ci sono pochi dubbi che la personalizzazione sia una delle caratteristiche che le nuove generazioni stanno cominciando a richiedere. Per questo motivo è probabile che i giocattoli saranno tra i primi prodotti di consumo che beneficeranno delle tecnologie di stampa 3D.

Questo non è il primo esempio di giocattoli on-demand stampati in 3D. MakieLabs ha introdotto un sistema di chioschi simile presso il negozio Selfridges di Londra alla fine del 2013. Solamente che le bambole personalizzate costavano fino a 100 dollari. Solo due anni dopo PieceMaker offre un servizio simile, anche se in scala più ridotta, a un decimo del prezzo in quattro negozi Toys “R” Us. Non male come tasso di evoluzione tecnologica, no?

c6b231_66854f42b6d54d61a658687f9efa1278

0 Condivisioni
Research 2021
Metal AM Market Opportunities and Trends

This market study from 3dpbm Research provides an in-depth analysis and forecast of the three core segments...

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Tracciamo le informazioni anonime degli utenti per migliorare il nostro sito web.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!