AlimentareConsumerMakersMaterialiNotizie - ultima oraRoboticaStampanti 3D

La colazione non sarà più la stessa con Pancakebot

Quando ero piccolo mio papà alla domenica mattina, in qualche occasione speciale, mi preparava i pancake, quelle specie di crepes spumose americane che si mangiano con lo sciroppo d’acero. Anzi, in America le mangiano sempre, sono la colazione più tradizionale che hanno, insieme alle uova col bacon. Ora i genitori americani (e quelli come mio padre) hanno un nuovo aiutante (o competitor, a seconda dei punti di vista): Pancakebot.

pancakebotSeguendo l’onda delle stampanti 3D per il cibo – stampanti per modo di dire e 3D per modo di dire visto che di fatto non stampano nulla e lo fanno in 2D – Pancakebot è una specie di plotter dotato di estrusore di pancake mix, il miscuglio di uova, acqua, farina e zucchero che serve per fare i pancake. Il braccio robotico disegna le figure direttamente su una piastra riscaldata, in modo che davvero, a ciclo produttivo finito, il cibo vi sarà servito pronto per essere mangiato.

L’ingegnere Miguel Valenzuela ha realizzato il Pancakebot sollecitato dai desideri di sua figlia, che aveva sentito parlare di una macchine per i pancake fatta di Lego nella rivista Make. Così Miguel l’ha costruito, di Lego, e ha anche pubblicato le istruzioni per costruirlo online, visto che per ora non è in vendita (anche se sarà esposto alle prossime Maker Faire in giro per il mondo)

Bisogna ammettere che il risultato non è niente male, qui sotto trovate alcuni filmanti in cui Pancakebot crea pancake a forma di Spiderman, della Torre Eiffel (un classico del manifattura digitale) e di un cowboy al galoppo. Di sicuro la macchina disegna con il mix molto meglio di quanto possa fare io con la matita. E, visto che per alternare i colori lascia molti spazi vuoti, i pancake sono anche più leggeri: meno calorie ma più divertimento.

https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=oHwpvaCOwbo

https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=BEJZDng1UBs

Tags
Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!