Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business
IndustriaStampa 3D per l'emergenza COVID-19

3DPRINTUK rilascia un design di scudo facciale più efficiente per la stampa 3D SLS

Il file è disponibile gratuitamente per coloro che lo richiedono

3DPRINTUK, uno dei primissimi fornitori di servizi di stampa 3D incentrati sulla produzione a Londra, ha collaborato con la Arts University Bournemouth per produrre un design SLS ottimizzato per la protezione del viso da rilasciare gratuitamente.

Dato che l’emergenza COVID-19 sta causando un pesante tributo nel Regno Unito, così come in molti altri paesi, e la comunità della stampa 3D ha risposto in modo massiccio con un enorme sforzo per colmare il divario tra offerta e domanda di DPI per i lavoratori in prima linea. Nelle ultime settimane sono stati rilasciati alcuni progetti davvero intelligenti e innovativi che le persone possono produrre, ma tutti sono stati progettati e ottimizzati per le stampanti FDM.

“Fin dall’inizio della crisi COVID-19, in comune con numerose altre società di stampa 3D, abbiamo analizzato modi in cui potremmo renderci utili e aiutare gli sforzi del NHS”, ha dichiarato Nick Allen, MD di 3DPRINTUK. “Una cosa che abbiamo notato è che molti dei progetti relativi allo schermo facciale erano perfettamente adatti per le macchine FDM, ma non funzionavano bene con il processo SLS. Come azienda, siamo strettamente associati a SLS, con cui abbiamo stampato oltre 2 milioni di pezzi, quindi abbiamo iniziato a esaminare come potremmo ottimizzare i progetti per la tecnologia di stampa 3D che utilizziamo ogni giorno”.

Ciò che il team di 3DPRINTUK ha notato quando ha guardato, ad esempio, il design della protezione frontale di Prusa era che sulla macchina EOS FORMIGA P110 SLS potevano essere stampate sono 14 fasce individuali alla volta. Il team si è concentrato su un design che il P110 poteva ospitare in numeri molto più grandi.

 

 

“Sono 6 minuti per scudo, è un punto di svolta”, ha dichiarato Nick, che è stato in grado di emergere tra molti fornitori di servizi AM proprio per la sua capacità di accelerare notevolmente il flusso di lavoro della produzione SLS. “Il design che abbiamo creato insieme in 10 secondi, utilizza cinturini in silicone per la regolazione, può contenere un foglio di acetato con 3 fori, è leggero a soli 42 g ed è sterilizzabile con IPA, autoclave o ossido di etilene (Et0). Tutto sommato, riteniamo che questo sia il design della visiera più efficiente da produrre tramite la stampa 3D disponibile oggi”.

Ulteriori vantaggi di progettazione includono un design a punta chiusa per una protezione aggiuntiva, il materiale utilizzato (PA2200 / Nylon 12) è biologicamente sicuro e la forma è stata progettata in modo tale da poter essere imballata in una busta A4 per spese postali e stoccaggio economici.

Una volta che il progetto è stato provato e validato, 3DPRINTUK ha dovuto cercare partner per aumentare la produzione. Nelle ultime settimane, è stata coinvolta direttamente con il governo del Regno Unito e con i produttori che hanno lavorato a numerosi progetti di grandi ventilatori, i quali hanno messo in campo la propria capacità di stampa. Sono state rilasciate informazioni relative al progetto e la prima struttura ad assumere il ruolo di produttore è stata la Arts University Bournemouth (AUB), che aveva accesso alla macchina P110 e aveva anche capacità di taglio laser.

Fin dall’inizio, c’era una grande connessione tra i team 3DPRINTUK e AUB, con AUB che produceva il lotto iniziale di 5.000 unità e ancora di più in seguito. Questi scudi saranno distribuiti gratuitamente ai lavoratori chiave in prima linea.

L’Arts University ha promosso uno sforzo da parte delle istituzioni educative per produrre e creare dispositivi di protezione fondamentali per il settore sanitario. Dalla chiusura del campus a marzo, le strutture dell’università sono diventate una linea di produzione di visiere, maschere e abiti, che vengono distribuiti ad una una vasta gamma di strutture sanitarie pubbliche, tra cui ambulatori medici, case di cura e centri di volontariato che forniscono servizi di assistenza per gli anziani.

“Siamo lieti di essere coinvolti in questo importante progetto”, ha dichiarato il professor Paul Gough, vice cancelliere di AUB. “Sono stati coinvolti molti membri dello staff di AUB; dai nostri team tecnici a quelli di innovazione e Campus Services. AUB è onorata di svolgere un ruolo nella spinta nazionale a creare e distribuire apparati salvavita, è fondamentale essere tutti in grado di fare la nostra parte durante questa pandemia globale. Come università specializzata – ha continuato – crediamo fermamente nei modi in cui la ricerca e la creatività possano migliorare notevolmente la produttività. In tempi come questi, la nostra sfida è innovare rapidamente e, in un momento così cruciale, è estremamente incoraggiante vedere tutti i settori creativi massimizzare la produzione di DPI attraverso il design e la collaborazione”.

Chiunque abbia capacità di stampa 3D SLS per realizzare la visiera è invitato a contattare 3DPRINTUK per accedere ai dati di progettazione della visiera SLS ottimizzati.

Tags

Andrea Gambini

Mi piace leggere e scrivere da sempre. Ho iniziato a lavorare in redazione come giornalista sportivo nel 2008, poi la passione per il giornalismo e per il mondo della comunicazione in generale, mi ha permesso di ampliare notevolmente i miei interessi, arrivando negli anni a collaborare con le più svariate testate giornalistiche online. Mi sono poi avvicinato alla stampa 3D, colpito dalle grandissime potenzialità di questa nuova tecnologia, che giorno dopo giorno mi hanno spinto a informarmi sempre più su quella che considero una vera rivoluzione che si farà presto sentire in tantissimi campi della nostra vita quotidiana.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!