Supporta la qualità
Aiutaci a portarti le informazioni che servono al tuo business
AutomotiveDistributed ManufacturingIndustriaModellismoNotizie - ultima oraProfessionalPrototipazioneStampa 3D - ProcessiStampa 3D - Servizi

3D Hubs raccoglie altri $7 milioni in finanziamenti per espandere il marketplace globale della stampa 3D

Stendendo un velo pietoso sui media generalisti che sostengono che “la stampa 3D è morta”, 3D Hubs, il più grande network online al mondo per i servizi di stampa 3D, ha completato con successo un round B di finanziamenti, per un totale di 7 milioni di dollari che si sommano ai 4 milioni di dollari raccolti nel round A due anni fa.

Il nuovo giro di finanziamenti è stato guidato da EQT Ventures, seguito da Balderton Capital. Ted Persson, design Partner a EQT Ventures, si unirà al Consiglio di Amministrazione di 3D Hubs. Il round consentirà 3D Hubs di promuovere la sua missione verso lo sviluppo di una rete collegata di servizi di stampa 3D per supportare la rapida crescita nell’adozione della stampa 3D nel settore professionale.

3D Hubs Prints & Systems013D Hub è nato per semplificare la vita di product designer ed ingegneri, aiutandoli a trovare la soluzione di stampa 3D giusta per le loro necessità di prototipazione e produzione di piccole serie in oltre 160 paesi. Collegando un numero crescente di professionisti con i fornitori di servizi di stampa 3D, 3D Hubs ha superato le oltre 40.000 stampe 3D al mese – un aumento del +1.500% dal 2014.

Per tutti coloro che seguono la crescita della “nuova” industria della stampa 3D, seguire l’evoluzione di 3D Hubs ha fornito una chiara indicazione di come le tecnologie di manifattura additiva siano solo proprio all’inizio del loro ciclo di crescita. Come molte altre start-up di stampa 3D Hubs è nato con la nuova ondata di stampanti desktop 3D a basso costo e come molte altre start-up si è evoluto in ambito professionale, portando la conoscenza della rete e delle tecnologie informatiche che a molte aziende di stampa 3D industriali “tradizionali” ancora mancava. Insieme a un nuovo approccio basato sui concetti di sharing economy.

“Ci siamo ispirati all’impatto profondamente positivo che i marketplace online hanno avuto su molte industrie, e abbiamo voluto stabilire lo stesso sistema per la stampa 3D”, ha dichiarato Bram de Zwart, CEO e co-fondatore di 3D Hubs. “Il nostro team di investitori ha una profonda conoscenza delle dinamiche del mercato on-line, e siamo entusiasti di annunciare che EQT si è unito a noi nella nostra missione di decentralizzare la produzione “.

3D Hubs Prints & Systems25Fin dall’inizio della società nel 2013 dal co-fondatori de Zwart e Brian Garret, il team 3D Hubs è stato affiancato da investitori provenienti da Google, Uber, Booking.com, e Spotify. Con l’aggiunta di questo round di finainziamenti 3D Hubs ha raccolto un totale di $11,5 milioni ad oggi. La società utilizzerà il nuovo finanziamento per continuare a rendere più facile per i professionisti accedere ai servizi di stampa 3D locali tramite una piattaforma on-line on-demand.

“Abbiamo visto solo l’inizio di ciò che la stampa 3D offrirà, e 3D Hubs è di gran lunga la società meglio posizionata che abbiamo incontrato in questo spazio. Siamo molto colpiti da quello che Bram, Brian e il resto della squadra sono riusciti a costruire in poco meno di 3 anni. Così, quando EQT Ventures è stato invitato a sostenere il loro cammino futuro non abbiamo esitato “, ha detto Ted Persson, design Partner a EQT Ventures, che si unirà a 3D Hubs nel Consiglio di amministrazione.

“É raro vedere una società che ha un effetto dirompente immediato sia da un punto di vista di business virtuale che fisico. 3D Hub ha già iniziato a cambiare il modo in cui i progettisti e i produttori pensano e lavorano,” ha detto James Wise, partner di Balderton Capital e membro del Consiglio di 3D Hubs. Il meglio, probabilmente, deve ancora arrivare.

 

Davide Sher

Sono un giornalista professionista iscritto all'ODG dal 2002 e mi sono sempre occupato di comunicazione trade. Per 10 anni ho redatto una testata dedicata al mercato dei videogiochi e successivamente ho partecipato alla creazione del primo iPad magazine dedicato all'elettronica di consumo. Dal 2012, mi occupo esclusivamente di stampa 3D/manifattura additiva, che vedo come la più affascinante e reale delle tecnologie oggi agli albori ma che plasmeranno il nostro futuro. Ho fondato Replicatore.it nel 2013 e ho scritto come blogger per diversi siti internazionali. Nel 2016 ho fondato la mia società 3dpbm (www.3dpbm.com), con base a Londra, che offre servizi di supporto alle aziende che vogliono comunicare, sia in Italia che nel mondo, i loro prodotti legati alla manifattura additiva. Oggi pubblichiamo diverse testate internazionali tra cui 3D Printing Media Network (il nostro sito editoriale internazionale), 3D Printing Business Directory (la più grande directory al mondo di aziende legate alla stampa 3D), Replicatore.it, Replicador.es e 3D Printing Media Network Chinese Version. Inoltre sono Senior Analyst di SmarTech Analysis, una delle più importanti realtà al mondo attive nella rilevazione di dati e previsioni di mercato relative ai vari segmenti verticali dell'industria della manifattura additiva.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close

ADDITIVATI ADESSO

 

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sull'industria della stampa 3D.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.*

Questa informazione non sarà mai condivisa con terze parti

BENVENUTO A 

BORDO!